Menu
SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Disagi nel senese dopo le piogge forti, strade e ponti interrotte a Murlo

Disagi nel senese dopo le piogge forti, strade e ponti interrotte a Murlo Disagi nel senese dopo le piogge forti, strade e ponti interrotte a Murlo

Il Sindaco Parenti: "Occorrono interventi più strutturali"

AGIPRESS - SIENA - Sono pesanti le conseguenze di 24 ore di pioggia forte e ininterrotta che alla fine hanno provocato ingenti danni e disagi. Tra i principali disagi l'interruzione di due strade che collegano Murlo e Monteroni d’Arbia. Ora solo due vie sono percorribili da e verso Siena: quella che passa lungo Ville di Corsano e la Siena-Grosseto. Non hanno retto i ponti: quello di Radi e quello sulla Sorra, sotto Quinciano, sono danneggiati e giudicati al momento non percorribili. Da qui l’interruzione delle strade. Per fortuna i danni alle abitazioni sono stati limitati, comunque relativi a zone perennemente a rischio vista la loro immediata prossimità a corsi d’acqua, ovvero La Befa e le Miniera. In quest’ultima località – un gruppo di case costruite a servizio dei minatori - costruite a pochi metri dal Crevole,  il ponte sembra aver retto. Problemi ci sono per la ferrovia: la Befa è anche la stazione di Murlo, ma in prossimità di un torrente. Per adesso, comunque, solo una famiglia della Befa è stata costretta a lasciare la propria casa, per essere ospitata dal Comune in un albergo di Vescovado. Ma certo, sono numerosi i cittadini che hanno fatto i conti con il fango e l’acqua nelle loro abitazioni, e che se la sono cavata lavorando intensamente.

Ora occorre evitare i tempi lunghi per il ripristino dei ponti. “Ma basta rispondere alle emergenze – afferma il sindaco di Murlo Fabiola Parenti  – occorrono interventi più strutturali, per prevenire questi disagi. Ripristinare i ponti, dopo la passata alluvione, ha richiesto forti investimenti. Non è che ogni volta possiamo concentrarci su un ponte. Il vero intervento lo dobbiamo fare nell’alveo della Crevole, che pure è un piccolo torrente, e negli altri corsi d’acqua  aggiungendo dove occorre delle casse di espansione". 

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici