Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

CASA - Un progetto sperimentale sul consumo

Un progetto sperimentale sul consumo della casa Un progetto sperimentale sul consumo della casa

Un accordo che farà conoscere concretamente, prima il consumo e poi il risparmio energetico nelle abitazioni di 20 famiglie fiorentine

AGIPRESS - FIRENZE - Riduzione dei consumi ed efficienza energetica possibili solo se si conosce quanto consumano le nostre case. Con questo obiettivo, Comune di Firenze e Casa Spa hanno firmato il protocollo d’intesa per l’avvio del programma sperimentale “Quanto consuma la mia casa”. Si tratta di un accordo che farà conoscere concretamente, prima il consumo e poi il risparmio energetico nelle abitazioni di 20 famiglie fiorentine, protagonisti di un progetto in cui i cittadini diventano “inquilini responsabili” e potranno ottenere sensibili tagli alle bollette energetiche.

I dati raccolti saranno poi utilizzati dal Comune per la definizione del nuovo Regolamento urbanistico e del conseguente Regolamento Edilizio, per le parti relative agli indirizzi sul risparmio energetico e l’efficienza delle abitazioni. I venti ‘audit’, che saranno su base volontaria e finanziati dagli assessorati all’Ambiente e all’Urbanistica, si aggiungeranno a quelli su cui sta già lavorando Casa Spa e concorreranno a migliorare l’efficienza energetica dell’intero patrimonio immobiliare del territorio fiorentino.

Sugli alloggi prescelti, significativi per tipologia costruttiva ed epoca di costruzione, verrà effettuata una diagnosi strumentale con certificazione energetica, per poi incrociare i consumi effettivi per riscaldamento e acqua calda sanitaria con le prestazioni dell’ “involucro”. Partendo dalla conoscenza certa delle prestazioni dell’alloggio, l’obiettivo è quello di fare in modo che gli inquilini mettano quotidianamente in pratica ottimali modalità abitative e di gestione degli impianti. Con queste basi sarà quindi possibile proporre una casistica ragionata, tenuto conto del rapporto tra costi e qualità, di opere ed interventi per l’innalzamento dell’efficienza energetica degli alloggi.

“L’amministrazione fiorentina, insieme a Casa Spa, è all’avanguardia in Italia sul tema del risparmio energetico – spiega l’assessore all’Ambiente Caterina Biti – Da esperienze come questa, anche se limitata nei numeri, può scaturire un circuito virtuoso che coinvolge tutti i cittadini". 

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici