Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

AutoinComune, intesa tra Comune Arezzo e Anci Innovazione

AutoinComune, intesa tra Comune Arezzo e Anci Innovazione AutoinComune, intesa tra Comune Arezzo e Anci Innovazione

Gratuito e già operativo punta alla mobilità sostenibile, incentiva la riduzione degli spostamenti tutelando l’ambiente e migliorando la qualità della vita

AGIPRESS - AREZZO - Siglato un protocollo d’intesa tra Comune di Arezzo e Anci Innovazione per il progetto AutoinComune, il servizio per la condivisione delle auto private attraverso la prima piattaforma istituzionale di car pooling in Italia dove, registrandosi gratuitamente, è possibile chiedere o offrire  passaggi in auto. AutoInComune.it è anche un modo facile per inquinare meno e fare nuove amicizie. Un servizio la cui utilità trova sostegno anche da un recente rapporto sulla qualità dell'ambiente urbano elaborato dall'Istat, che dimostra come la diminuzione delle auto private e l'aumento della mobilità sostenibile abbia migliorato negli ultimi anni la qualità dell'aria. Prendendo in considerazione le polveri sottili, rispetto al 2012, infatti, diminuisce da 52 a 44 il numero di capoluoghi dove il valore limite per la protezione della salute umana previsto per il PM10 viene superato per più di 35 giorni.

IL PROGETTO -Si tratta di un progetto innovativo di mobilità sostenibile messo a punto da Anci Innovazione, società partecipata di Anci Toscana e Uncem Toscana, che ha realizzato il sito www.autoincomune.it,  costituito da 287 piattaforme, una per ogni comune della Toscana, dove è possibile registrare i propri tragitti per cercare un passaggio o offrire il proprio mezzo di trasporto. Il servizio è già operativo. "Abbiamo aderito a questo progetto e siamo impegnati a promuovere e sviluppare questo servizio – dichiara l’assessore comunale Franco Dringoli – che è gratuito per i cittadini e per l’Amministrazione comunale. E  già operativo e va nella direzione di una mobilità sostenibile, incentivando la riduzione degli spostamenti motorizzati superflui, tutelando l’ambiente e migliorando la qualità della vita. E’ la prima piattaforma istituzionale  basata sulla cooperazione e sull’utilizzo ottimizzato delle risorse, anche in linea con l’impegno del contenimento dei costi”. "Crediamo molto in questo progetto che è in forte crescita nel territorio nazionale e in Europa" - ha detto Luca Belloni di Anci Innovazione. "Sta cambiando il modello di vita  - ha aggiunto - e si stanno sviluppando molte iniziative utili ad ottimizzare e abbattere i costi di spostamento dei cittadini. E’ per questo che abbiamo realizzato questo sito istituzionale che facilita il rapporto tra privati cittadini e serve da punto di incontro tra domanda e offerta”.

COME FUNZIONA IL SERVIZIO - Chi offre un passaggio si registra sul sito inserendo luogo di partenza e di arrivo e resta in attesa di chi cerca il passaggio verso quella destinazione o un luogo lungo il percorso. A sua volta, quest’ultimo, può inserire il percorso desiderato e attendere una proposta di passaggio on line. Quando un utente trova un percorso interessante scrive una mail, sarà poi Autoincomune a inoltrare la comunicazione stabilendo così il contatto fra i futuri compagni di viaggio, senza nessuna spesa per il servizio ottenuto. Grazie all’abbinamento con Google Maps le ricerche vengono fatte in base alle coordinate geografiche permettendo di trovare passaggi con partenza ed arrivo vicini a quelli ricercati  aumentando così le possibilità di incontro.  Al centro del servizio ci sono le nuove tecnologie di condivisione web, utili nel mettere in  relazione diretta chi naviga su internet, anche con lo smarthphone o il tablet e ha interessi  comuni. Può essere usato da tutti e per qualsiasi necessità, per guidare in sicurezza dopo feste  o discoteche facendo turni al volante con altri compagni.

Agipress

Ultima modifica ilGiovedì, 24 Luglio 2014 15:36
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici